TERRICCIOLA E LE COLLINE
L´uscita di domenica 21 febbraio 2016

15-02-2016 / 22-02-2016 - 5 - Anno 2016

orario: 8,30
dove: Vicarello piazza Macchi-ARCI / Livorno "Grillo" angolo distributore Tamoil

In questo piovoso febbraio, dopo l’ennesima domenica andata (ciclisticamente) in “bianco”, proviamo a mettere in programma una uscita fra le colline che circondano Vicarello. Di seguito il dettaglio dell’uscita.
Percorso: ritrovo dei due gruppi a Ponte Santoro e poi sulla via Emilia (SR 206) verso Collesalvetti, via valico per Pisa, Valtriano, Cenaia, Perignano e Ponsacco. A Ponsacco ci si dirige verso Capannoli e da qui, svolta a destra poco prima dell’uscita dal paese, verso Santo Pietro Belvedere. A S. Pietro ci si dirige verso frazione Stibbiolo e da qui si svolta a sinistra verso Morrona e Terricciola, dove è prevista l’usuale sosta per il ristoro più o meno autogestito. Da Terricciola, in veloce discesa prima e lungo la bella strada sottomonte dopo, ci si dirige verso località case Fraschetta e da qui verso Cevoli, Lari, viale Prata (per evitare lo strappo di Crespina), Siberia, Tripalle, Botteghino, grande rotatoria prima di Cenaia dove si svolta a sinistra per Valtriano da dove si ritorna verso Vicarello e Livorno
Salite: il percorso si caratterizza per un po’ di “sali e scendi”, non impegnativi però. Il primo strappo è quello che porta da Capannoli a Santo Pietro Belvedere, poi ci sono i mangia e bevi che portano a Terricciola, la salita, breve e pedalabile, che porta a Cevoli e lo strappo che porta a Siberia, anche questo breve e pedalabile.
Chilometraggio: da Livorno 90 km circa, da Vicarello 75 km circa.
Stato delle strade: generalmente è piuttosto buono; un po’ di attenzione richiedono i tratti all’uscita da S. Pietro Belvedere, il tratto di viale Prata e quello che precede l’ingresso della località Botteghino, in discesa da Tripalle. Complessivamente si tratta di poche centinaia di metri di strade un po’ “sgangherate”.
--------------fatta -----------------------